Vitourism
Confcommercio
Portale di informazioni turistiche della provincia di Vicenza
Animazione flash con immagini di Vicenza e del suo territorio. Vicenza - vista aerea
Home » Vicenza 
Mappa orientativa
Cerca nel sito:
|   Link   |
Segnalaci notizie utili per l'inserimento
Vicenza
LA PROVINCIA DI VICENZA
Il territorio della Provincia, con una superficie complessiva di 2.722 kmq, si stende per la massima parte nella zona collinare e montana delle Prealpi. La parte settentrionale è montuosa; a Ovest le Piccole Dolomiti con le vette del Pasubio e del Carega che superano i 2.000 m. con i principali centri di Schio, Recoaro, Valdagno e Arzignano, a Est il Monte Grappa: luoghi storici che furono teatro di combattimenti durante la I Guerra Mondiale. In mezzo l’Altopiano di Asiago o dei Sette Comuni, una distesa ondulata di boschi e prati, meta turistica sia del turismo invernale, sia della villeggiatura estiva. Tra l’Altopiano e il Grappa c’è il profondo solco della Valsugana percorsa dal Brenta, al cui sbocco in pianura si stende Bassano del Grappa famosa per il ponte coperto in legno sul Brenta: il Ponte degli Alpini. Ad Est la produttiva Thiene e Marostica mentre la pianura si stende a Sud contornando i Colli Berici, sulle cui pendici, fra Lonigo e Barbarano si trovano molte ville, in maggioranza costruite secondo lo stile palladiano.

AGRICOLTURA
Nel settore agricolo il progresso delle tecniche e lo sviluppo degli altri comparti produttivi hanno determinato un notevolissimo salto di qualità. Negli ultimi anni sono stati raggiunti risultati di indubbio livello, principalmente per l’allevamento del bestiame, per le produzioni lattiero-casearie, per la coltivazione della vite e della soia. Crescente l’affermazione dei formaggi vicentini tipici e dei vini D.O.C.

ARTIGIANATO
Numerosissime le imprese artigiane, disseminate nei vari centri del territorio; rinomate le produzioni dell’oreficeria, argenteria, oggetti in rame e in ferro battuto; ceramiche artistiche; mobili in stile antico lavorati a mano.

OREFICERIA
La lavorazione dell’oro fa di Vicenza il maggior centro europeo e mondiale del settore. Sono impegnate nell’attività orafa oltre 700 aziende che lavorano ogni giorno quintali del prezioso metallo. La Fiera di Vicenza ospita tre rassegne orafe di importanza mondiale: Vicenzaorowinter, Vicenzaorospring e Vicenzaoroautumn.

CERAMICA
Anche la ceramica può contare su di un numero elevato di aziende artigiane che producono articoli ispirati a modelli del XVIII e XIX sec. o propongono i nuovi termini del moderno design. I prodotti ceramici di Bassano e Nove sono largamente conosciuti in tutto il mondo.

INDUSTRIA
Agli inizi del XIX sec. sorsero i primi complessi che lavoravano la lana. Le imprese si svilupparono rapidamente, tanto che agli inizi del XX sec. già occupavano migliaia di addetti e facevano della città un polo primario per l’industria tessile. Progressivo l’affermarsi dei settori collaterali del vestiario e della maglieria. Oggi la grande zona tessile vicentina costituisce uno dei maggiori poli europei del settore. Enormi lo sviluppo e l’affermazione dell’industria metalmeccanica: dalle minuterie metalliche alle grandi macchine per la lavorazione del legno, ferro, plastica, alle apparecchiature elettriche, ai servomeccanismi elettronici. Grande sviluppo dell’industria della concia lungo le vallate del Chiampo e dell’Agno, che ha avviato la produzione calzaturiera, delle pelletterie e delle confezioni in cuoio.

COMMERCIO
Le attività commerciali hanno nel tempo assunto un ruolo di grande traino per l’economia vicentina, organizzandosi in una rete distributiva diffusa sul territorio ed equilibrata nella composizione. Ne risulta un’offerta merceologica completa e moderna in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza.

TURISMO
Il Vicentino è più che mai un territorio dai “cento turismi”, ricco di proposte culturali, bellezze naturali, grandi appuntamenti da vivere e piccole cittadine da scoprire. Montagna, terme e città d’arte configurano un’apprezzata offerta sia per la sosta prolungata, dedicata al riposo, che per l’escursione di pochi giorni, indirizzata alla scoperta dei luoghi e delle persone. Un’organizzazione fatta di strutture ricettive in crescita, enogastronomia di qualità e servizi diffusi sul territorio favoriscono un’esperienza che sarà difficile scordare.

COME RAGGIUNGERLA

In auto - Principali direttrici: autostrada A4 (Torino-Trieste) che unisce direttamente Vicenza con Verona, Brescia, Milano, Torino (ad Ovest) e con Padova, Venezia, Trieste (ad Est) e l’autostrada A31 (Valdastico) con Thiene, Schio e Asiago. Si raccordano con l’A4 a Verona l’A22 (Brennero-Modena) e a Padova l’A13 (Padova-Ferrara-Bologna). Percorsi alternativi non autostradali: la SS 11 Padana Inferiore e Superiore per Verona e Padova; la SS 46 del Pasubio per Trento; la SS 248 Marosticana per Bassano del G.; la SS 53 Postumia per Treviso; la SS 247 della Riviera Berica per Este; la SS 246 per Valdagno e Recoaro.

In treno - Collegamenti diretti con Verona-Brescia-Milano-Torino e Padova-Venezia-Trieste, e Cittadella-Treviso, Bassano del Grappa e Schio.

In aereo - Aeroporti più vicini: il “Marco Polo di Venezia Tessera, il “Catullo” di Verona Villafranca, il “S. Giuseppe” di Treviso per soli voli charter.

I SUOI UOMINI ILLUSTRI
Architetti - Giangiorgio Trissino (1478-1550), scopritore di A. Palladio (1508-1580), Vincenzo Scamozzi (1552-1616), Antonio Pizzocaro (1605-1680), Ottavio Bertotti Scamozzi (1726-1790), Ottone Calderari (1730-1803), Antonio Piovene (1774-1858).
Pittori e Scultori - Giovanni Buonconsiglio (1470-1537), Jacopo da Ponte “Bassano” (1510/15-1592), A. Maganza (1556-1630), G.B. Maganza (1577-1617), Francesco Maffei (1600-1660), i Marinali di Bassano e Giambattista Albanese (1573-1630).
Scrittori - Luigi Da Porto (1485-1529) autore di “Giulietta e Romeo”, Antonio Pigafetta (1491-1534) cronista di Magellano; i poeti Arnaldo Fusinato (1817-1888) e Giacomo Zanella (1820-1888); il romanziere Antonio Fogazzaro (1842-1911); Silvio Negro (1897-1959), Guido Piovene (1907-1974), Antonio Barolini (1910-1971), Gigi Ghirotti (1920-1974), Renato Ghiotto (1923-1986) e Goffredo Parise (1929-1986). Il naturalista Paolo Lioy (1834-1911) e l’economista Fedele Lampertico (1833-1906).


» Arte
Segnalainvia
Ascom Vicenza Vicenza Agrifood Istituto Regionale Ville Venete Ascom Vicenza
I Ristoratori di Vicenza Confraternita del Bacalà alla Vicentina Gruppo Ristoratori Conco Le Buone Tavole dei Berici
Copyright © 2008-2016 Esac Spa - P.IVA 00331890244 - sitemap - informativa sui cookies Sitengine