Fino all'8 aprile, in Basilica Palladiana a Vicenza, si tiene la mostra "Van Gogh. Tra il grano e il cielo".  A curare la mostra, promossa dal Comune di Vicenza, è  Marco Goldin e la sua Linea d’ombra, che tra il 2012 e il 2015 aveva portato in città altre prestigiose esposizioni: “Raffaello verso Picasso. Storie di sguardi, volti e figure”, “Verso Monet. Storia del paesaggio dal Seicento al Novecento” e Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento. 

Con Van Gogh. Tra il grano e il cielo sonbo espositi eccezionalmente a Vicenza un numero elevato di opere del pittore olandese, 43 dipinti e 86 disegni. L'esposizione è stata costruita grazie all’apporto decisivo di quello scrigno vangoghiano che è il Kröller-Müller Museum in Olanda.

La mostra studia dapprincipio, e in modo approfondito, i cinque anni della permanenza olandese dell’artista, nel Brabante, da Etten nella primavera del 1881 fino all’autunno del 1885 a Nuenen. Ma anche i mesi meravigliosi trascorsi nell’autunno del 1883 nella regione del Drenthe, quella più amata dai paesaggisti olandesi e nella quale Van Gogh realizza alcuni fogli di squisita eleganza. Con l’anticipazione determinata, al principio di tutto, dal lungo periodo passato in Belgio, dal dicembre 1878 all’ottobre 1880, nel distretto minerario del Borinage, a sud ovest di Mons, prima di qualche mese a Bruxelles.

E dopo i tre mesi, a cavallo tra 1885 e 1886, ad Anversa per frequentare la locale Accademia di Belle Arti, verrà, da inizio marzo 1886, il decisivo approdo in Francia, inizialmente a Parigi, fino alla mattina del 19 febbraio 1888 quando, quale congedo, visita lo studio di Seurat assieme al fratello Théo. Per conoscere in modo diretto i quadri degli impressionisti e quelli dei post impressionisti, appunto Seurat in testa. La cui opera aveva incontrato per la prima volta dal vero solo poche settimane dopo il suo arrivo a Parigi, quando percorre le sale, nel mese di maggio, dell’ottava e ultima edizione delle mostre impressioniste

Poi, finalmente, la tanto desiderata immersione nel Sud, prima ad Arles, dal 20 febbraio 1888 fino al principio di maggio 1889, e poi per un anno a Saint-Rémy, fino a metà maggio del 1890. Prima dei pochi giorni trascorsi a Parigi a casa del fratello Théo, per giungere alla conclusione della sua vita con i settanta, febbrili giorni di Auvers-sur-Oise.

Un allestimento innovativo unisce poi la bellezza di così tante opere alla ricostruzione della vita di Van Gogh grazie ad un vero e proprio film della durata di un'ora, creato per la circostanza, che viene proiettato a ciclo continuo in una sala al termine del percorso della mostra stessa, nella Basilica Palladiana. Un modo emozionante di coniugare, in una sola rassegna, i capolavori della pittura e del disegno con la proiezione della vita. Infine, in un grande plastico di circa 20 metri quadrati, si può ammirare la ricostruzione della casa di cura per malattie mentali di Saint-Paul-de-Mausole a Saint-Rémy, dove Van Gogh scelse di ricoverarsi dal maggio 1889 al maggio 1890.


Musei civici, per la mostra su Van Gogh biglietti speciali ridotti, orari prolungati

Nel corso dell'apertura della mostra “Van Gogh – tra il cielo e il grano”, sono molte le novità al sistema tariffario e all'organizzazione dei Musei civici.

E' stato realizzato un biglietto unico speciale collegato alla mostra comprendente la visita a Palazzo Chiericati, Chiesa di Santa Corona, Teatro Olimpico e Museo del Gioiello al prezzo speciale di 12 euro, acquistabile – allo IAT di piazza Matteotti e in Basilica Palladiana – su esibizione del biglietto della mostra e valido 7 giorni dalla data di emissione.

Durante il periodo della mostra è attivo uno speciale infopoint con servizio di biglietteria in Basilica Palladiana,aperto dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 17 e dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 18.30. All'infopoint è venduto esclusivamente il biglietto speciale collegato alla mostra “Van Gogh – tra il grano e il cielo”.
Fino al 2 aprile 2018 Palazzo Chiericati sarà aperto anche il lunedi (tranne il 25 dicembre 2017 e l'1 gennaio 2018) e nelle giornate di venerdì e sabato l'orario di chiusura sarà prolungato fino alle 19, anziché fino alle 17.

A questo proposito è stato introdotto un biglietto speciale ridotto per l'ingresso a Palazzo Chiericati collegato alla mostra in Basilica Palladiana al costo di 5 euro acquistabile e valido solo il lunedì, nelle biglietterie dello IAT in piazza Matteotti e all'infopoint della Basilica Palladiana, su esibizione del biglietto della mostra.

Un nuovo infopoint è allestito in modo permanente, quindi oltre la durata della mostra, al Museo Naturalistico Archeologico per la vendita dei titoli d'ingresso alla Chiesa di Santa Corona.

E' mantenuta la possibilità di visitare gratuitamente palazzo Chiericati e il Museo Naturalistico Archeologico ogni prima domenica del mese, restringendola, fino all'1 aprile 2018, solo ai residenti a Vicenza e provincia che possono accedere semplicemente esibendo un documento di riconoscimento.

Un'ulteriore innovazione, riguarda l'istituzione di un particolare biglietto a prezzo ridotto per la visita di gruppo a quattro musei civici da parte di associati alle Pro Loco d'Italia e della popolazione della terza età che frequenta i centri diurni per anziani cittadini. Sono a tal proposito istituiti particolari biglietti che consentono la visita di gruppi da 10 a 25 persone ai quattro musei civici (Teatro Olimpico, Palazzo Chiericati, Chiesa di S. Corona, Museo Naturalistico Archeologico). Per quanto riguarda il biglietto gruppo centro diurno anziani, il costo è di 5 euro a persona mentre per quanto riguarda il biglietto gruppo UNPLI, il costo è di 7 euro a persona.

Per entrambe le tipologie di biglietti è necessaria la prenotazione attraverso il call center della biglietteria con pagamento del diritto di prenotazione di 10 euro a gruppo. Le prenotazioni per il Teatro Olimpico sono possibili fino alla capienza prevista, mentre per Palazzo Chiericati un gruppo ogni 15 minuti rispettando la capienza prevista per il sito.

Categoria:Mostre
Data dell'evento:
07/10/2017 - 08/04/2018
Telefono:0422 429999
Indirizzo:Basilica Palladiana Vicenza