Il museo raccoglie e conserva le testimonianze e la cultura della civiltà del territorio, l’obiettivo infatti è quello di salvare gli oggetti dell’attività rurale che rischiavano di andare distrutti.

La collezione comprende modelli agricoli in miniatura ed è diviso in varie sezioni, come quella riguardante la filatura, la tessitura e il baco da seta; la trebbiatura del frumento, gli attrezzi contadini, le botteghe degli artigiani, i mezzi di trasporto e i finimenti per gli animali.

Il museo, dopo anni di accurate ricerche, è stato inaugurato nel 1995 da Carlo Etenli e si trova nel cuore dei Berici, alle spalle del Castellaro in località Grancona.


Orari:

Da aprile a ottobre dalle 8.00 alle 12.00 / dalle 15.00 alle 19.00 Da novembre a marzo dalle 8.00 alle 12.00 / dalle 14.00 alle 18.00 (dicembre, gennaio e febbraio: su prenotazione)

Indirizzo: Val Liona - Via Ca' Vecchia, 10
Telefono: 0444 889533
GPS:45.416721, 11.447626

Ingresso offerta libera.
Docenti accompagnatori gratis. Il servizio di guida al museo è gratuito