La carta ha costruito la storia dell’uomo, ne ha permesso l’evoluzione culturale e la trasmissione delle informazioni in ogni luogo. Oliero di Valstagna ospita proprio nell’edificio della vecchia cartiera Parolini, già Remondini, quella che in epoca storica era un importantissimo centro di produzione della carta, un nuovo museo del patrimonio industriale.

Nell’epoca digitale degli e-book, dei tablet e della nuova grammatica da SMS è interessante ripercorrere e toccare con mano le tappe e le storie che hanno portato l’evoluzione del principale mezzo di comunicazione dell’uomo attraverso l’industria cartaia, gli impasti di stracci e macchinari per stendere i fogli, rileggendo le grandi invenzioni con occhi nuovi e curiosi. Si scoprirà ad esempio che la carta non è stata inventata dall’uomo, ma è fabbricata da milioni di anni dalle vespe per costruire i loro nidi o che i primi tablet erano in un certo senso già usati nell’antica Mesopotamia, incisi in caratteri cuneiformi.

Orari:

Da marzo a settembre dalle 9.00 alle 18.00

Indirizzo: Valstagna - Via Oliero di Sotto
Telefono: 0424 558250
GPS:45.846779, 11.669310

Costo del biglietto:
-2,00 ;
-cumulativo per i 3 musei 5,00 ;
-ridotto per over 70 1,50;
-over 70 cumulativo 3,00 ;
-gruppi minimo 20 persone 1,50 ;
-cumulativo 3,00 ;
-gratuito fino 6 anni.