Progettato nel 1550 da Andrea Palladio per Girolamo Chiericati, il grandioso edificio è stato completato alla fine del secolo XVII in forme sostanzialmente fedeli al disegno originario. Imponente e monumentale il palazzo sorge su quella che era conosciuta come “Piazza dell’Isola”, un tempo circondata dai fiumi Bacchiglione e Retrone che in quell’area avevano la loro confluenza.

L'armonica facciata è strutturata in due ordini sovrapposti, soluzione fino ad allora mai utilizzata per una residenza privata di città, con un coronamento di statue.

Il Comune di Vicenza lo acquisì nel 1839 dalla nobile famiglia dei Chiericati, con l’intenzione di raccogliervi le civiche collezioni d’arte. Restaurato in quegli anni dagli architetti Berti e Miglioranza, il Museo civico fu inaugurato il 18 agosto del 1855.

Il museo ospita oggi un'ampia collezione di dipinti, sculture e arti applicate, che va dal Duecento fino ai primi anni del 2000.

Intorno al nucleo originario del palazzo palladiano, la Pinacoteca civica si è nel tempo sviluppata con un ampliamento ottocentesco verso Ovest e l’aggiunta di un edificio a Sud, per accogliere l’incremento della collezione del Museo.

Il restauro del palazzo è ancora in corso e al momento sono aperti al pubblico il percorso espositivo dal Duecento al Seicento e il Lascito Giuseppe Roi. 

Orari:

Da settembre a giugno dalle 9.00 alle 17.00.
Luglio e agosto, da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
Chiuso il lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio

Indirizzo: Vicenza - Piazza Matteotti 37/39
Telefono: 0444 222811
GPS:45.549093, 11.549320

Costo del biglietto:
-card annuale "Palazzo Chiericati", nominativa, valida per 365 giorni dall'emissione con un numero di ingressi illimitato: 30,00 ;
-intero 7,00  (valido sette giorni dalla data di acquisto);
-ridotto 5,00  (valido sette giorni dalla data di acquisto);
-scuole 2,00  (valido per due visite con obbligo di prenotazione per ogni vsita a 5 euro per classe.
Il biglietto è valido per visitare tutto il museo.