X In considerazione delle norme contenute nel Dpcm 18.10.2020, si invitano i lettori a verificare l'effettivo svolgimento delle manifestazioni inserite nel sito

Alle origi della costruzione dei castelli di Marostica c’è la guerra padovana-scaligera agli inizi del Trecento, con la città saldamente nelle mani di Cangrande della  Scala. Gli eventi  spinsero i veronesi a creare nuove  fortificazioni cittadine, dando corso all’edificazione della  città murata, con i due Castelli, quello Inferiore e quello Superiore.

Il Castello Inferiore si fa notare per l’ampio recinto merlato quadrangolare con un alto mastio. I due ponti levatoi scavalcano un ampio fossato, a nord e a sud delle rispettive facciate. Sopra l’ingresso a sud vi era una bertesca, di recente ricostruzione. Pregevoli i due loggiati interni: quello a pian terreno, sostenuto da pilastri in cotto, e quello superiore.

Nel corso dei secoli, con l’attenuarsi dei conflitti, il Castello Inferiore si trasformò sempre più da Rocca a palazzo pubblico. Qui alloggiava il podestà in età veneziana, da dove amministrava la giustizia civile e sovrintendendeva al buon governo della città.
Nel Castello Inferiore si riuniva il Consiglio dei Trenta, il consiglio comunale dell’età veneziana. Dall’epoca veneziana fino ai primi decenni del Novecento il Castello ospitava anche le carceri.





Orari:

Tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 (chiuso il 25 dicembre). Su richiesta si possono prenotare visite concordando un orario diverso contattando l'Associazione Pro Marostica, tel. 0424 72127 - infor@marosticascacchi.it

Indirizzo: Marostica - Piazza Castello
Telefono: 0424 72127
GPS:45.745105, 11.655678

Biglietto: intero € 5,00 - ridotto € 3,00 (under 11, over 65, gruppi di minimo 15 persone)
Ingresso gratuito: residenti del Comune di Marostica, diversamente abili, giornalisti e under 6
Visite guidate: prenotazione presso l'Associazione Pro Marostica, tel. 0424 72127 - costo: 1 ora  € 30, 2 ore €50



Ti potrebbe interessare anche ...