X In considerazione delle norme contenute nel Dpcm 18.10.2020, si invitano i lettori a verificare l'effettivo svolgimento delle manifestazioni inserite nel sito

Per Valdagno, rappresenta un complesso paesaggistico di assoluto prestigio, sia per dimensione (circa 5 ettari), sia per impianto, ricchezza del patrimonio arboreo e per la qualità delle sue architetture.
La progettazione del parco La Favorita fu affidata negli anni Trenta da Gaetano Marzotto (contestualmente alla realizzazione della Città Sociale o Città dell’Armonia) a Bonfanti e Zardini, autori di gran parte della Città Sociale valdagnese.

Al suo interno vi si riconoscono: gli ingressi monumentali, la grande gradinata, le balaustre di pietra e graniglia dei terrazzamenti, il viale alberato, le serre ed il parco romantico.

Al centro dell’area monumentale, il progetto prevedeva la realizzazione di una grande villa padronale, (progetto di Gio Ponti e Francesco Bonfanti). I lavori per la sua realizzazione furono interrotti a causa della seconda guerra mondiale e mai più ripresi. Le fondazioni del palazzo sono tuttora visibili.

Il parco per molti anni rimase privato, sede di serre per la floricoltura e di vaste aree coltivate.
È stato ceduto all’Amministrazione Comunale nell’anno 2000 e successivamente è iniziato l’intervento di restauro naturalistico ed architettonico.
La parte principale del grande parco oggi aperto alla città è rappresentata da una grande struttura monumentale a balconate, con parapetti e percorsi tracciati. Una grande scalinata monumentale conduce ad un vasto spazio rialzato. In questa grande area, la più elevata del parco stesso, sono presenti numerose specie arboree di grandi dimensioni, che delineano un ambiente di particolare suggestione e impatto.

Orari:

Da lunedì alla domenica aperto 24 ore su 24

Indirizzo: Valdagno -
GPS:45.651386, 11.305606