Capolavoro assoluto della creatività di Andrea Palladio e sua ultima opera, il teatro rinascimentale fu commissionato dall'Accademia Olimpica, un gruppo di nobili e intellettuali vicentini dediti al culto delle arti.

La costruzione iniziò nel maggio del 1580, ma Palladio non ne vide la realizzazione, a causa della sua morte improvvisa nell'agosto dello stesso anno. Inaugurato il 3 marzo 1585 con l’allestimento di Edipo Re di Sofocle, il Teatro Olimpico è il più antico teatro coperto al mondo arricchito da spettacolari scenografie di Vincenzo Scamozzi, intagliate nel legno e magnificamente decorate.

Le scene, raffiguranti le sette vie di Tebe, dovevano essere rimosse dopo il primo spettacolo. Nonostante il rischio di incendi e bombardamenti bellici, si sono interamente conservate e da oltre cinque secoli, continuano a stupire l'occhio del visitatore grazie al loro illusionismo prospettico e ricchezza dei dettagli. Al Teatro si giunge attraverso l'odeo e antiodeo, due ampie sale realizzate da Vincenzo Scamozzi e decorate da affreschi di Francesco Maffei

Il grandioso proscenio è articolato in tre registri: quello inferiore si apre al centro in un ampio arco trionfale (porta regia) e due porte laterali più strette (hospitalia), il secondo è impreziosito da nicchie con statue di accademici, mentre il terzo presenta una serie di metope ad altorilievo con le imprese di Ercole.

Sopra l'arco trionfale sporge lo stemma della Città di Vicenza e la scritta latina “Hoc opus, hic labor est”, motto dell'Accademia degli Olimpici.

Orari:

Da settembre a giugno dalle 9.00 alle 17.00. Ultima entrata 16.30
Luglio e agosto dalle 10.00 alle 18.00. Ultima entrata 17.30
Chiuso il lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio

Indirizzo: Vicenza - Piazza Matteotti, 11
Telefono: 0444 222800
GPS:45.549925, 11.549267

Costo del biglietto:
-intero 11,00 ;
-ridotto 8,00 ;
-scuole 2,00 .