X In considerazione delle norme contenute nel Dpcm 24.10.2020, si invitano i lettori a verificare l'effettivo svolgimento delle manifestazioni inserite nel sito

L'attuale chiesa e l'annesso campanile sono frutto di una radicale ricostruzione di edifici esistenti fin dal VI VII secolo. La struttura attuale risale al 1852 con definitiva inaugurazione nel 1890

La facciata, divisa in tre parti, rientranti le due laterali e sporgente quella centrale, è abbellita da due finestre laterali e dal portone sottolineato ai lati da colonnine spirali e sormontato da un basso rilievo rappresentante San Michele che fulmina il drago.

Sopra il portone spicca il rosone del Prof. Bepi Modolo installato nel 1986 in occasione del 25° anniversario della canonizzazione di Santa Bertilla Boscardin. La parte interna è divisa in tre navate da una doppia successione di colonne che si conclude con l'ampio presbiterio sopraelevato rispetto alla chiesa per mezzo di alcuni gradini.

Domina su tutto l'imponente altare maggiore in stile neo gotico con ricchezza di frastagli, fogliami e cornici. Sulle pareti si trovano altri quattro altari dedicati rispettivamente, da sinistra, a Sant Antonio, alla Madonna, a San Rocco e a Santa Bertilla. Dietro l'altar maggiore si trova la pala (olio su tela 188x254) eseguita da Girolamo del Toso intorno al 1528 e raffigurante la Madonna con Bambino, San Michele Arcangelo e S. Andrea Apostolo.

Indirizzo: Brendola - Via Andrea Palladio
Telefono: 0444 400795
GPS:45.471964, 11.459272