“La Rotonda”, nome più noto con cui si conosce villa Almerico Capra, è l’opera più celebre tra le ville progettate da Andrea Palladio e si trova appena fuori il centro storico di Vicenza. Il grande architetto la inserisce nella sezione dedicata ai palazzi di città nei suoi "Quattro Libri dell'architettura".

Per tutti, questa stupenda costruzione, dalle 4 facciate perfettamente uguali, è considerata l’icona universale delle ville palladiane e, anche in questo secolo, nel mondo, c’è chi ha tentato di imitarla. Fu commissionata al celebre architetto da Paolo Almerico, ecclesiastico vicentino, ma soprattutto raffinato uomo di cultura del ‘500, che voleva una dimora alla porte di Vicenza dove ritirarsi alla conclusione della carriera presso la corte papale di Pio III° e Pio V° a Roma. 

Palladio progetta “La Rotonda” nel 1566. I lavori iniziarono intorno al 1567 e già nel 1571 Paolo Americo abitò nella villa. Edificata sul culmine di un poggio, appare maestosa ed emozionante: volta a cupola, 4 facciate uguali con pronai e scalinate, 6 colonne di ordine ionico; all’interno il salone centrale a forma circolare, su cui attorno si dispongono le camere. Le decorazioni interne sono straordinarie sotto ogni punto di vista, sia pittorico che scultoreo. Notevole il parco, che si apre a vedute di campagna coltivata tutt’intorno. 
Dopo la morte di Paolo Almerico, la villa passa al figlio naturale Virginio Almerico, che la venderà ad Odorico Capra nel 1591. Dal 1911 la villa è proprietà dalla famiglia Valmarana di Venezia, che l’ha aperta al pubblico dal 1986.

Orari:

Da metà marzo a fine ottobre dalle 10.00 alle 12.00 / dalle 15.00 alle 18.00.
Da novembre a metà marzo dalle 10.00 alle 12.30 / dalle 14.30 alle 17.00

Indirizzo: Vicenza - Via della Rotonda, 45
Telefono: 0444 321793
GPS:45.532231, 11.559186

Costo del biglietto:
-mercoledì e sabato 10,00  interni ed esterni;
-martedì,giovedì,venerdì e domenica 5,00 esterni.