Con la sua imponenza, domina tutta Asiago dall'alto del colle Leiten. Il Sacrario Militare fu progettato dall'architetto Orfeo Rosato, realizzato in marmo bianco del luogo, anche con l'opera degli scultori Montini e Zanetti, e venne inaugurato il 17 luglio 1938.

All’esterno presenta una base quadrata di 80 m. di lato, con soprastante terrazza a cui si accede mediante due scalinate frontali, sul cui parapetto sono apposte frecce che indicano le cime e le località che furono teatro delle più sanguinose battaglie. Un'altra scala permette di raggiungere la parte superiore del maestoso arco trionfale quadrifronte con al centro un'area votiva.

All’interno, la parte inferiore, meglio definibile come “cripta”, è percorsa da corridoi perimetrali e assiali lungo i quali sono distribuiti i loculi con i resti dei Caduti. I corridoi convergono tutti in una cappella ottagonale con altare; lungo le pareti sono collocati i resti di dodici medaglie d'oro al Valore Militare. Nel Sacrario sono custodite le salme di 33.086 caduti italiani (di cui 12.795 noti e sistemati in loculi individuali e 20.291 ignoti raccolti in tombe collettive); sono stati anche raccolti e tumulati i resti di 18.505 caduti austroungarici (dei quali 12.355 ignoti) provenienti anch'essi da cimiteri di guerra altopianesi.

Nei pressi dell’ingresso della Cripta-Ossario, del Sacrario Militare di Asiago, è stato allestito un museo.

Orari:

Dalle 9.00 alle 12.00 / dalle 14.00 alle 17.00 Chiuso il lunedì

Indirizzo: Asiago - Viale Eroi
Telefono: 0424 463088
GPS:45.874608, 11.520184