Un forte italiano sull’Altopiano di Asiago, dove si è combattuta la Grande Guerra diventa un museo militare, un luogo fondamentale per la memoria di quelle pagine di storia. Entrare in questo sito significa sperimentare la vita dei soldati e comprendere come la guerra abbia mutato per sempre il paesaggio e l’esistenza delle persone. Il forte di Punta Corbin è una fortezza italiana della Prima Guerra Mondiale costruita sull’Altopiano di Asiago. Ora recuperato e musealizzato a scopo didattico, ospita una mostra permanente di reperti rinvenuti sul posto, documenti, frammenti di diari e fotografie d’epoca.

La storia
Il Forte Corbin è un’ardita opera corazzata costruita negli anni 1910-1911 a 1077 m e domina la confluenza della val d’Assa nell’Astico e assieme al Forte Ratti, avrebbe impedito gli accessi da quella importante vallata, storica via d’accesso delle prepotenze teutoniche.
Era armato con ben 6 cannoni in cupole girevoli dello spessore di 18 cm. Aveva un osservatorio blindato sull’estremo lato del forte, proprio a strapiombo sulla Valle; 4 mitragliatrici difendevano il cofano di gola, mentre per la difesa ravvicinata erano previsti 4 antiquati pezzi da 87B.
Già all’inizio del conflitto, considerata la sua distanza dalle prime linee e la sempre maggior richiesta di artiglierie di medio calibro, il forte Corbin venne disarmato e nelle cupole vennero sistemati dei tronchi d’abete per ingannare la ricognizione nemica. All'interno del forte è custodito un piccolo ma interessante museo curato negli anni da appassionati e studiosi della Prima Guerra Mondiale. Sono conservati reperti bellici rinvenuti durante i lavori di pulizia del forte di Punta Corbin, donazioni o recuperi dai campi di battaglia dell'Altopiano.

Di particolare interesse sono un frammento di cupola (l'unico esistente) in acciaio dello spessore di 14 cm, un portello corazzato, le chiavi originali del forte, i cuscinetti a sfera per la rotazione delle cupole, oltre ad una serie di oggetti personali utilizzati dai soldati del presidio. E ancora bombe a mano italiane ed austriache, baionette, proiettili di cannone e bossoli, elmetti di vario tipo, documenti e foto d'epoca.

Orari:

Luglio e agosto: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre: domenica dalle 10.00 alle 18.00. Aperto anche nei giorni festivi (Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 8 settembre, ecc.) e d'inverno in assenza di neve: telefonare per conferma. Visite guidate e aperture infrasettimanali su appuntamento.

Indirizzo: Roana - Loc. Corbin, Treschè Conca di Roana
Telefono: 349 2685543
GPS:45.833307, 11.387372

Costo del biglietto:
-interi 5,00 ;
-ridotti 3,00  (bambini, scolaresche e gruppi oltre 20 persone)



Ti potrebbe interessare anche ...