X In considerazione delle norme contenute nel Dpcm 24.10.2020, si invitano i lettori a verificare l'effettivo svolgimento delle manifestazioni inserite nel sito

All'interno della villa (che è anche il municipio del Comune di Montegalda) è allestita la mostra permanente di Antonio Fogazzaro. La mostra è stata infatti allestita nel 2011 in onore del grande scrittore Antonio Fogazzaro, per il centenario dalla morte e per rendere omaggio a questo illustre personaggio, già Consigliere Comunale.

All’interno della mostra si possono trovare numerose prime edizioni autografe, articoli e fogli di giornali d’epoca, manifesti e foto uniche di Fogazzaro e della famiglia nella loro villa di Montegalda.

Si potranno così scoprire le origini e le attività dello scrittore, le donne più importanti della sua vita, l’impegno per affrontare i drammi sociali del tempo, il delicato rapporto con la Chiesa e l’amore per la bellezza del paesaggio vicentino.

Antonio Fogazzaro, scrittore e poeta 

Antonio Fogazzaro nasce a Vicenza, il 25 marzo 1842, da Teresa Barrera e Mariano, intellettuale e patriota, come i suoi fratelli Don Giuseppe e Luigi Fogazzaro, primo Sindaco di Montegalda, dopo l’unità d’Italia; nel 1874, Antonio pubblica la sua prima opera, il poemetto Miranda, quindi la raccolta di poesie Valsolda nel 1876, dedicata ai luoghi della sua infanzia; poi nel 1881, pubblica Malombra, il primo vero romanzo dell’autore.

Nel 1884 pubblica Daniele Cortis, romanzo che tratta di un deputato cattolico, che propone la costituzione di un nuovo partito politico nel panorama italiano dopo l’annessione del Veneto all’Italia; segue il Mistero del poeta, pubblicato nel 1888, ed ambientato nella cittadina di Eichstätt in Baviera.

Nel 1895 darà alle stampe il suo capolavoro, Piccolo Mondo Antico, la storia di Franco e Luisa Maironi, sposi nella materna Valsolda, contro la volontà della nonna di lui, una vecchia marchesa austriacante.

Nel 1896, sarà nominato Senatore del Regno e il 6 luglio 1899, viene eletto Consigliere del Comune di Montegalda, dove rimane in carica fino all’ultimo giorno della sua vita. Nel 1901 pubblica Piccolo Mondo Moderno, ambientato in parte a Montegalda, dove l’autore aderisce alle teorie del modernismo, che verranno maggiormente amplificate con Il Santo del 1905, romanzo condannato all’Indice. Nel 1910, pubblica Leila, ambientato nella villa di Velo d’Astico e dopo una breve malattia, il 7 marzo 1911, Antonio Fogazzaro, muore.

Indirizzo: Montegalda - Piazza Marconi
Telefono: 0444 736414
GPS:45.443938, 11.672309

Per la visita, informazioni negli uffici comunali di Montegalda ai n. 0444 736414 e 0444 736417 negli orari d’ufficio tutti i giorni, escluso il sabato oltre che alla Pro Loco Montegalda al n. 0444 737328.