Un viaggio metafisico nella poesia, nel teatro e nei suoni, dove i sussurri e le voci che provengono dal mondo della natura o sgorgano dalle fratture fra il reale e il trascendente perdono la loro reticenza.
La reticenza è la caratteristica che contraddistingue tutte le figure profetiche che appartengono al mito, perché il futuro teme di essere svelato e la verità spesso genera orrore. Nel mondo di oggi non vediamo più indovini reticenti anzi, in una società pullulante di falsi
profeti che continuano a elucubrare in modo troppo rassicurante o esageratamente catastrofico, è il mondo che non vuole più ascoltare.
Questo accade in Voci di tenebra azzurra, dove una figura femminile, come una moderna Manto, figlia di Tiresia, o una giovane Pizia di Apollo, ascolta le voci illuminate dei poeti morti e cerca di riportarne le risposte ad un mondo sordo, che velocemente si affretta versa la propria rovina. Edipo non si caverà gli occhi per non saper sostenere la verità, ma resterà una platea libera di serrare le palpebre o di guardare un po’ più lontano con la vista del pensiero.

Liberamente ispirato a Voci di tenebra azzurra
di Mariangela Gualtieri (Stampa 2009 ed., 2016)
Con Anna Zago e gli allievi della scuola di Theama Teatro
Disegno-luci Andrea Grussu
Scene Franco Sinico
Videoproiezioni Zebra Mapping
Interventi musicali Claudio Giuge, Martina Facco e Livio Zambotto
Regia Piergiorgio Piccoli

Ingresso: a pagamento
Organizzatore: Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza
Orari: Giovedì 25 ottobre, ore 20.30 - Teatro Olimpico
Venerdì 26 ottobre, ore 20.30 - Teatro Olimpico
Categoria: Spettacoli
Data dell'evento:
25/10/2018
Sito web: www.tcvi.it
Telefono: 0444324442
Indirizzo: Teatro Olimpico - Piazza Matteotti, 11 Vicenza