21 gennaio 1943, ritirata di Russia. Neve. Tanta.
Un uomo, poi dato per disperso, fa la sua scelta fra la vita e la morte. Una scelta che segnerà il destino di molti. Così, in qualche modo quest’uomo ritorna “vivo”, come ombra portata dal vento del tempo. L’eco di quella scelta ha nel frattempo travolto una moglie, poi una figlia, poi un nipote.
 
Il nipote, oggi, esige risposte. E il “presunto morto” parla.
Neve è uno spettacolo incentrato sull’elaborazione del lutto. Anche se, in questo caso, si tratta di un lutto “presunto”. Perché ci sono un “presunto morto” e una “presunta vedova”: così almeno sta scritto sul libretto della pensione di guerra.
 
Occorre prendersi cura del dolore, sennò il dolore si trasmette.
E la morte, presunta o vera che sia, non può togliere la vita. Per questo si alza la voce: per gridare l’attaccamento alla vita, istintivo, viscerale, che ci invita a gioire, ad amare e a inseguire il nostro essere di felicità. Per scioglierla, la neve. Tutta.

Biglietto intero: 15,00 euro
Biglietto ridotto: 12,00 euro
Biglietto gruppi minimo 10 persone under 20: 10,00 euro
Biglietto corsisti scuole di teatro e danza convenzionate: 8,50 euro
 
Categoria: Spettacoli
Data dell'evento:
29/03/2019
Telefono: 0444 323725
Indirizzo: Teatro Astra - Contra' Barche, 55 Vicenza