La strada delle 52 Gallerie, sul monte Pasubio, è un’opera unica nel suo genere, che non trova paragoni in tutto il fronte della guerra fra Italia e Austria. Si tratta di una strada mulattiera lunga circa 6300 metri, dei quali ben 2300 distribuiti in 52 gallerie ed i restanti intagliati a mezza costa. E senza dubbio una delle più belle escursioni nelle Prealpi Venete, nel periodo estivo sempre affollata di escursionisti.

Si percorre in circa 3 ore e mezza partendo dal passo di Xomo o raggiungendo (da quest’ultimo) la bocchetta Campiglia (Passo Xomo è raggiungibile sia dal Comune doi Posina che da quello di Valli del Pasubio). Il dislivello è di circa 800 metri ma la fatica vale la pena perché si possono ammirare spettacolari gallerie, anche con varie biforcazioni. E’ fondamentale portare con sé una  torcia elettrica e soprattutto non sottovalutare l’escursione che non è una passeggiata turistica, anche se non è particolarmente complessa o pericolosa.

La Strada delle 52 Gallerie fu costruita durante la Prima Guerra Mondiale allo scopo di creare un percorso alternativo alla camionabile degli Scarubbi soggetta all’osservazione e al tiro degli austro-ungarici. E’ un autentico  capolavoro d’ingegneria militare, considerando anche il periodo e le condizioni ambientali in cui fu costruita, nonché la rapidità d’esecuzione: i lavori cominciarono il 6 febbraio 1917 e furono conclusi nel novembre 1917.

GPS:45.780891, 11.207240

Ti potrebbe interessare anche