L’aria cristallina, la natura selvaggia e incontaminata. Per raccontare la magia dei paesaggi di Gallio basta davvero poco. In estate e d’inverno si può godere di magnifici paesaggi, tradizioni antiche, sapori genuini e un’accogliente ospitalità che renderanno il soggiorno indimenticabile e all’insegna del relax, del benessere, dello sport e del divertimento.

Situato sul soleggiato Altopiano di Asiago e 7 Comuni, Gallio rappresenta un classico paesino di montagna schivo e silenzioso, ma allo stesso tempo ricco di storia e di attrattive .

Innumerevoli le possibilità per praticare sport e attività all’aria aperta: passeggiate o escursioni più impegnative di carattere storico o naturalistico, escursioni in mountain bike immersi nella natura e nella pace del bosco. E poi il tennis, il calcio e la pallavolo (interni ed esterni) l’arrampicata sportiva, e poi, d’inverno, lo sci (a Gallio c’è un importante Centro Fondo), il salto dal trampolino, le escursioni con le ciaspole, le escursioni in motoslitta, il pattinaggio su ghiaccio e ancora tante altre.

Non si può mancare anche di scoprire il volto storico di Gallio, che è memoria della Grande Guerra.

Merita una visita anche la frazione di Stoccaredo. Le abitazioni sono sparse su un pianoro quasi a ridosso delle grotte, un balcone naturale affacciato sulla aspra e selvaggia Val Frenzela (da Frea-sele divinità celtica). Stoccareddo fu completamente distrutto durante la Prima Guerra Mondiale e ricostruito nei primi anni ’20 attorno alla bellissima chiesa parrocchiale,  annoverata fin dalla sua costruzione, nel 1923, come opera di interesse nazionale, con l’elegante facciata affrescata in stile liberty. Al suo interno si puo’ ammirare una magnifica pala con San Giovanni Battista (copia del Tiepolo) ed una Via Crucis, in olio su legno, col solo volto del Cristo, opera di un artigiano tirolese.

Da Vedere

Ti potrebbe interessare anche